È tempo di agire (KFS)

Il Messia siede all’entrata di Gerusalemme e aspetta le persone degne di redenzione. Egli è incatenato ed ha bisogno di gente integra che lo sciolga dalle sue catene. Egli ha avuto più seguaci misericordiosi di quel che necessitasse; adesso sta cercando ferventemente uomini di verità.

– Tratto dai detti de Il Rabbi di Klotz, Non c’è nessuno così integro come un cuore spezzato, pag. 115

Da tempo ormai la coscienza mi incita con insistenza a uscire allo scoperto e compilare uno scritto fondamentale sull’essenza del Giudaismo, della religione e della saggezza della Kabbalah, per diffonderlo nella nazione, affinché la gente possa conoscere e comprendere gli argomenti elevati, secondo il loro vero significato.

In precedenza in Israele, prima dello sviluppo della stampa, non esistevano fra noi falsi libri su argomenti che riguardavano l’essenza del Giudaismo, perché non esistevano autori non responsabili dei loro scritti, per la semplice ragione che, nella maggior parte dei casi, la persona irresponsabile non è famosa.

E se qualcuno per caso avesse osato produrre uno scritto simile, nessuno scrivano lo avrebbe trascritto, poiché non sarebbe stato  ripagato per il suo lavoro, compenso che di solito richiedeva una somma ingente. Un’opera del genere era perciò sin dall’inizio condannata ad andare perduta.

A quel tempo anche le persone erudite non avevano alcun interesse a scrivere un libro simile, dal momento che tale conoscenza non era necessaria alla gente comune. Al contrario, essi avevano interesse a nascondere tale saggezza in camere segrete, dato che “Tenere celate alcune cose è parte della gloria del Creatore”. Ci è stato infatti comandato di occultare l’essenza della Torah e del lavoro da coloro che non ne hanno bisogno o che non ne sono degni, e di non degradarla esponendola nelle vetrine agli occhi avidi di coloro che vogliono farsene vanto, perché questo è ciò che impone la gloria del Creatore.

Ma da quando la stampa si è diffusa nel mondo, e gli autori non necessitano più l’uso di scrivani, il costo dei libri è diminuito. Questo ha spianato la strada a scrittori irresponsabili che possono quindi pubblicare qualsiasi libro gradiscano, sia che lo facciano per soldi o per fama. Ma non vagliano accuratamente le proprie azioni e non esaminano le conseguenze del loro operato.

Da allora la pubblicazione di tali libri è considerevolmente aumentata, senza alcun apprendimento o ricezione bocca-a-bocca da un Rav qualificato e persino senza la conoscenza di libri precedenti che abbiano trattato lo stesso argomento. Tali scrittori si inventano teorie che provengono dai loro gusci vuoti e collegano le loro parole ai più sublimi argomenti per poi dipingere l’essenza della nazione e i suoi favolosi tesori. Come degli stupidi, non sanno come essere scrupolosi, né hanno un modo con cui apprenderla. Instillano false opinioni alle generazioni ed in cambio delle loro misere passioni, peccano e fanno peccare le nazioni per generazioni a venire.

Ultimamente, il loro fetore si è elevato ancor più in alto, perché hanno piantato le loro unghie nella saggezza della Kabbalah, senza prestare attenzione al fatto che questa saggezza è stata fino ad oggi rinchiusa ed incatenata dietro mille porte, in modo tale che nessuno potesse capire il vero significato di anche una sola parola, per non parlare poi del nesso fra una parola e quella successiva.

Questo perché in tutti i libri autentici che sono stati scritti sino ad oggi, sono presenti solamente indizi a malapena sufficienti affinché uno studente sagace possa comprenderne il vero significato, dalla bocca di un maestro Kabbalista saggio e qualificato. Ed anche lì, “La vipera prepara il suo nido, depone le uova, le fa dischiudere e raccoglie i piccoli alla sua ombra”. In questi giorni, tali cospiratori si moltiplicano, gente che produce tali delizie che disgustano coloro che le guardano.

Alcuni di loro si sono spinti fino al punto di permettersi di poter occupare il posto dei grandi della generazione, e pretendono di conoscere che cosa differenzia i libri antichi e di poter dire quali di loro sia degno di essere studiato e quali no, poiché pieni di errori, e così facendo suscitano disprezzo e sdegno. Fino ad oggi il lavoro di esame minuzioso e discernimento era stato limitato ad uno su dieci dei grandi della generazione; e adesso gli ignoranti ne abusano.

Perciò, la percezione di questi argomenti da parte del pubblico è stata grandemente corrotta. In aggiunta c’è un’atmosfera di frivolezza e la gente pensa che un’occhiata ai testi a propria discrezione sia sufficiente per lo studio di tali sublimi contenuti. Sorvolano quell’oceano di saggezza e l’essenza del Giudaismo in un attimo, come quell’angelo, e ne ricavano conclusioni basate sul loro stato d’animo.

Queste sono le ragioni che mi hanno spinto ad andare oltre le riserve che mi ero imposto e a decidere che è giunto il momento di “Fare per il Signore” e di salvare ciò che ancora si può salvare. Perciò mi sono preso l’impegno di rivelare un po’ della vera essenza che riguarda la succitata materia e diffonderla nella nazione.

I commenti sono chiusi