Grazia Bolognese (Palo del Colle – Bari)

Mi chiamo Grazia Bolognese, sono madre di tre figli e ho sessantuno anni. E’ dall’età di tredici anni che ho cominciato a interrogarmi sul senso della vita, sull’esistenza di Dio, sul bene e sul male, insomma sui grandi sistemi filosofici. Sono stata una “turista spirituale” fino all’età di cinquantacinque anni, ho una biblioteca fornitissima di saggi filosofici, psicologici, esoterici e non, ma nessun viaggio, nessun testo mi ha dato la pienezza della Saggezza della Kabbalah e dei suoi Libri. Nei percorsi fatti ho incontrato sia il sufismo, ma era all’interno di una religione, sia la kabbalah ma non era l’autentica, quella che ti spinge interiormente ad affrontare l’ego con tutte le sue colonie e che ti evolve interiormente, come uno tzunami benefico, solo se aderisci a Libri, gruppo e Maestro. Il Campus mi sembrò molto ” cervellotico” ma ringrazio quella mia attitudine che mi spinge ad andare in fondo alle cose e a non lasciarmi ingannare dalla prima impressione. Ho smesso di fare la turista spirituale. Nella Saggezza della Kabbalah ho trovato tutte le risposte. Oggi sono una donna felice ma soprattutto sto tornando a casa.